La Sofferenza Bancaria è la condizione successiva all’ Incaglio Bancario, ovvero, quando non è possibile, attraverso la negoziazione, rientrare dalla posizione debitoria derivata dall’ incaglio bancario, la banca può attuare soluzioni più radicali segnalando il debitore a sofferenza bancaria.

 

Cosa comporta la Sofferenza Bancaria?

Questa segnalazione comporta la richiesta formale da parte della Banca della restituzione dei crediti entro 15 giorni per poi procedere legalmente con decreto ingiuntivo o un atto di precetto.

La sofferenza comporta inoltre: l’inserimento del debitore negli elenchi dei cattivi pagatori alla Centrale Rischi Finanziari quindi la conseguente impossibilità di accesso al credito (diversamente dall’ incaglio bancario, la segnalazione di sofferenza bancaria comporta una condizione permanente di “stretta del credito”).

Il sofferente può difendersi verificando se sono effettivamente presenti tutti gli estremi per una segnalazione di sofferenza bancaria e negoziare la chiusura a saldo e stralcio dei debiti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment